I locali di Pitti destinati a baby pit stop
I locali di Pitti destinati a baby pit stop

Finalmente, ci sarebbe da dire. Quante volte ci siamo trovati in difficoltà per non riuscire a trovare un angolo dove appoggiarsi per cambiare semplicemente il pannolino ai nostri piccoli? Dopo l’inaugurazione dello scorso dicembre agli Uffizi, da oggi anche i bagni del complesso museale di Palazzo Pitti ospitano due spazi riservati dove è possibile effettuare la sosta sia per l’allattamento dei piccoli (o l’utilizzo dei biberon), sia per il cambio dei pannolini, sempre in un ambiente tranquillo. Individuabili esternamente grazie a un doppio logo ben visibile, sono infatti a disposizione due fasciatoi e comode poltroncine, necessari per offrire un utile comfort alle famiglie.

Questa novità rientra nel programma di provvedimenti atti a rispondere alla crescente domanda di agevolazioni per l’accessibilità nei musei, grazie anche all’intervento propositivo dell’UNICEF; infatti negli ultimi tre mesi le Gallerie degli Uffizi si sono dotate di una serie di nuovi servizi per facilitare la presenza di famiglie con bimbi molto piccoli all’interno del percorso museale. Lo scorso dicembre agli Uffizi furono inaugurati il “Baby Pit Stop” nella caffetteria – spazio riservato alle mamme di bimbi molto piccoli che hanno necessità di fare una sosta sia per l’allattamento, sia per l’utilizzo del biberon – così come le due aree dei bagni (al mezzanino dell’area nord di ponente e nel sottosuolo del complesso vasariano) sono disponibili ambienti adibiti a fasciatoi per chiunque abbia necessità di cambiare i pannolini dei neonati e dei bimbi molto piccoli. Adesso i due nuovi spazi nel sottosuolo di Palazzo Pitti aumentano gli standard dell’accessibilità museale anche nella reggia di tre dinastie.