Pittore leonardesco Leda INV.1890 N.9953
Pittore leonardesco Leda INV.1890 N.9953

“Leonardo 1452-1519”. Questo il titolo della mostra promossa dal Comune di Milano e curata dagli storici dell’arte Pietro C. Marani e Maria Teresa Fiorio, che aprirà i battenti quindici giorni prima dell’avvio dell’Expo meneghina, prevista per 1° maggio. Sarà la mostra del secolo, forse degli ultimi secoli, su Leonardo da Vinci. La più grande mostra dedicata al Vinciano. Ma non sarà certo l’unica iniziativa. Ed i musei fiorentini faranno la parte del leone nei prestiti. In effetti già dal 12 marzo sarà possibile ammirare alcune opere d’arte provenienti dai musei del Polo Fiorentino nelle varie sedi espositive (a Milano, Monza e Verona) che contribuiranno a rendere eccezionale l’evento. In più riprese, a otto musei del Polo Fiorentino sono state richieste in prestito 78 opere in totale tra pitture, sculture, disegni, miniature in pergamena, oggetti d’arte orafa, maioliche e arazzi. In testa ci sarà la Galleria degli Uffizi a cui sono state richieste ben 28 opere tra cui due dipinti di Botticelli (La Fortezza e Pallade e il Centauro), due di Antonello da Messina (Madonna col Bambino e San Giovanni Evangelista), il Polittico di Badia di Giotto, l’Adorazione dei Magi di Ghirlandaio, il Compianto sul Cristo morto di Giovanni Bellini, l’Eva di Cranach il Vecchio e il Bacco sul barile di Pieter Paul Rubens. Da segnalare che, per l’occasione, temporaneamente tornerà dal Giappone anche la Tavola Doria, il dipinto raffigurante la “Battaglia di Anghiari” che era in mostra in Galleria fino al giugno scorso.

Tavola Doria
Tavola Doria

Molto nutrita anche la lista delle opere che che dovrebbero lasciare temporaneamente il Gabinetto Disegni e stampa degli Uffizi. Su 16 disegni , quattro saranno di Leonardo da Vinci (tra cui uno Studio prospettico per l’Adorazione dei Magi e il famoso Paesaggio della vallata dell’Arno e della Valdinievole), uno di Paolo Uccello, uno di Verrocchio, due, più recenti, di Giorgio Morandi e uno di Plinio Nomellini. Dello stesso autore livornese è stata chiesta una pittura della Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti, mentre dal Museo Nazionale del Bargello si dovrebbe spostare a Palazzo reale di Milano, tra le altre opere, anche il Busto di gentildonna (Dama col mazzolino) del Verrocchio. E se dalla Galleria Palatina potrebbero approdare all’Expo un Tiziano (Ritratto di Ippolito de’ Medici) e un Guido Reni (Bacco fanciullo), per la mostra “Giotto e l’Italia” oltre al suddetto Polittico degli Uffizi, sono state chiesti la Testa di pastore proveniente dalla Galleria dell’Accademia e tre opere di Giotto e bottega dalla Limonaia di Villa Corsini. E finalmente dieci (dei 20) arazzi con le Storie di Giuseppe Ebreo (di Pontormo, Bronzino e Salviati), dal 29 aprile saranno visibili a Palazzo Reale di Milano, sempre per l’Expo. Vediamo la straordinaria lista dei prestiti “leonardeschi”, e prenotiamoci per ammirare la mostra curata da Pietro Marani.

Dalla Galleria degli Uffizi

Leonardo 1452-1519
Milano – Palazzo Reale – 15 aprile – 19 luglio 2015
 Botticelli, La Fortezza, Inv. 1890 n. 1606, tempera su tavola, cm 167×87
 Domenico del Ghirlandaio, Adorazione dei Magi, Inv. 1890 n. 1619, tempera su tavola diametro cm 171,5
 Pittore del XVI secolo, Tavola Doria, Inv. 1890 n. 10624, olio su tavola, cm 86×115
 Pittore Leonardesco, Leda e il Cigno, Inv. 1890 n. 9953, olio su tavola, cm 130×77,5

Dal Gabinetto disegni e stampe degli Uffizi

Leonardo 1452-1519
Milano – Palazzo Reale – 15 aprile – 19 luglio 2015
 Leonardo, Paesaggio, Inv. 8P
 Leonardo, Studio per la Madonna del Gatto, Inv. 421 E
 Leonardo, Testa femminile con sguardo verso il basso, Inv. 428 E
 Leonardo, Studio prospettico per l’adorazione dei Magi, Inv. 436 E
 Verrocchio, Studio di Madonna col Bambino, Inv. 444 E
 Paolo Uccello, Mazzocchio, Inv. 1756 A

Dal Museo degli argenti

Leonardo 1452-1519
Milano – Palazzo Reale – 15 aprile – 19 luglio 2015
 La caduta di Fetonte, Inv. Gemme 1921 n. 26

Dal Museo nazionale del Bargello

Leonardo 1452-1519
Milano – Palazzo Reale – 15 aprile – 19 luglio 2015
 Verrocchio, Busto di gentildonna , detta Dama col mazzolino, Inv. 115 sculture

Dalla galleria Palatina

Leonardo 1452-1519
Milano – Palazzo Reale – 15 aprile – 19 luglio 2015
 Fernando Yanez o Fernando de Llanos, La Vergine in adorazione del Bambino, Inv. 1890 n. 1335