IMPROVVISAR CANTANDO ALLA CORTE D’ISABELLA , VILLA MEDICEA DI CERRETO GUIDI, SABATO 18 APRILE 2015 dalle ore 19,00

Isabella de' Medici
Isabella de’ Medici

Un grande spettacolo sulla tradizione musicale e poetica toscana sotto lo sguardo vigile e divertito dei Medici e di una Isabella, amante della poesia e canzone improvvisata. Come nel Cinquecento la cultura popolare s’incontra con le Accademie fiorentine e, in suo onore, tre poeti musicisti si sfideranno secondo le antiche regole del contrasto in ottava rima, intervallando canzoni del repertorio contadino ad altre inedite composte nel solco della tradizione musicale toscana.

L’evento sancisce il ritorno della poesia estemporanea a Cerreto Guidi e sul Montalbano, nel passato terra ricca di poeti improvvisatori e grandi animatori delle feste popolari.

La prestigiosa sede sta a significare l’importanza di quest’arte poetica e popolare, a cui attinsero anche i più grandi poeti del Rinascimento toscano. Un unico filo conduttore fino ai nostri giorni, in cui l’ottava rima viene presentata da giovani poeti con nuovi e originali contenuti. La musica e la poesia  saranno quindi le protagoniste della serata, dal momento dell’accoglienza , sottolineato dal sottofondo musicale con uso degli strumenti della tradizione (mandolino, flauti, nacchere etrusche, cornamusa italiana), fino allo spettacolo. Secondo i modi e gli usi delle antiche accademie rinascimentali, sarà il pubblico che  determinerà i temi dei contrasti improvvisati attraverso proposte scritte su appositi biglietti via via sorteggiati. Gli stornelli, i rispetti e le antiche canzoni incorniceranno il brivido e la sorpresa della battaglia poetica che si rinnoverà di continuo, tramite l’estrazione dei temi. Il passato e il presente dell’ottava rima sarà sottolineato dalla rievocazione della storia di Pia de’ Tolomei, personaggio caro alla tradizione dei poeti dei secoli scorsi, con un nuovo e particolare omaggio alla “padrona di casa” ovvero Isabella De’ Medici, curato dai bernescanti. L’intento della serata è di rinnovare con lo stile dei giovani autori dell’ottava  la tradizione artistica toscana, sempre per il tramite del pubblico, doppiamente protagonista della serata,  sia nel momento propositivo che come giurato della contesa poetica. Il premio per il vincitore sarà l’applauso più meritato. “Come Comitato promotore per il  Centro tradizioni popolari dell’Empolese Valdelsa abbiamo accolto con favore la chiamata dell’Associazione Amici della Villa Medicea di Cerreto Guidi. Crediamo che l’iniziativa debba essere condivisa dal maggiore numero di appassionati, ricercatori e operatori culturali presenti  su tutti i territori degli undici comuni. La serata di Cerreto Guidi serve per supportare alcuni  degli obiettivi programmatici come la creazione della Rete territoriale e la valorizzazione dei nostri luoghi della cultura siano essi dell’asse popolare-ricreativo che culturale in senso stretto, attraverso la promozione di quella cosiddetta  “cultura immateriale”  in procinto di essere riconosciuta dall’Unesco come patrimonio dell’umanità”, affermano due dei promotori del Comitato, Simone Vaiani per Montelupo Fiorentino e Nicola Baronti per Vinci. Per informazioni: 0571 55066 – 3296193160. È gradita la prenotazione.