CartaCarta, la locandina
CartaCarta, la locandina16

Carta Carta, una mostra di opere di artisti moderni e contemporanei eseguite su e con carta-Libri delle collane universali popolari economiche del Novecento è stata inaugurata giovedì 15 settembre nei locali del magazzino di compravendita dell’usato Di Tutto Di più, a Montelupo Fiorentino. Questa esposizione allestita da Outarte con opere di artisti che si sono cimentati con un tema alquanto singolare, i libri delle Collane Universali Popolari Economiche del Novecento che hanno traghettato buona parte della cultura italiana nel secolo scorso, resterà aperta fino al 18 settembre. “Sono quelle collane di una certa editoria che, – affermano gli organizzatori – nel Novecento, ha dato un contributo fondamentale alla diffusione della cultura tra gli italiani, nonché del piacere della lettura in strati sociali che prima ne erano stati esclusi: in sostanza sono anche i libri che hanno fatto e fanno felici gli autodidatti!”.  Artefice dell’operazione, Claudio Parrini, pittore vinciano che vive e lavora a Milano da anni. Un evento culturale che affronta il mondo del libro, in particolare la Collana Popolare del Novecento, in rapporto ad un certo versante delle arti visive. L’obiettivo è quello di rivisitare e attualizzare questo territorio librario e una “zona” delle arti visive, storicamente ma anche nella sua attualità. Verranno esposte opere d’arte e libri. “A parte qualche pezzo ante seconda guerra mondiale – racconta Parrini – tipo la collana Sonzogno Athena Hoepli e Formiggini, e qualche pezzo dell’immediato dopo guerra come Bur grigia e Colip, il focus sarà sugli anni Sessanta e Settanta del  Novecento,ovvero seconda Bur 1973 e Oscar 1975. Ci saranno prime edizioni della BUR di Mario Luzi e della Spaziani negli Oscar e Testori, poi tutti i sette volumi Mistici dell’Occidente di Zolla della BUR, un bell’omaggio ad John Alcorn sulla seconda BUR con i classici greci e latini con testo a fronte, rare prime edizioni degli Oscar di Malaparte, Pratolini, Ungaretti, Maria Turoldo con le copertine di Ferec Pinter, Guido Bertello e Paolo Guidotti; un piccolo omaggio a Mario Tempesti per le copertine degli oscar settimanali; della Garzanti molto Pasolini e prime edizioni di Scerbanenco con la famosa linea grafica di Fulvio Bianconi e Albe Steiner. Una rarità nella collana i libri necessari diretta da Giovanni Papini per la Bemporad 1925 in due volumi “I mistici”. La Universale Laterza con tutta l’opera completa di Platone e moltissime prime edizioni degli anni settanta sulla politica e filosofia. La Tascabile Laterza  bianca con tutta la serie sulle “interviste”. Per Burroughs l’opera omnia per Sugarco Tasco e Carmelo Bene. Poi anche Collane Popolari Apollinaire nelle edizioni del Cavallino di Venezia, un pezzo raro sugli antichi scrittori senesi di Federigo Tozzi per i tipi Giuntini Bentivoglio del 1913, Il viaggio in Italia di Ceronetti autografato, primissime edizioni di Verlaine e gli altri poeti maledetti, e poeti dello Specchio Mondadori: Cucchi, Erba, Ramat; tutta la Guanda con la collana sui poeti mondiali curata da Attilio Bertolucci. Molte rarità sulla mistica e sugli anacoreti”.

Celebri artisti dunque che che si confrontano con tecniche diverse, dal semplice disegno al collage, all’uso della biro, della china, all’olio o al computer e altro ancora su carta, ma anche alla elaborazione della stessa: alla modificazione attraverso tagli e innesti, alla realizzazione di una “propria” carta. Artisti che hanno creato opere appositamente per le copertine dei libri o editori che hanno attinto al mondo delle arti visive per dare l”immagine” primaria al proprio prodotto. Ci saranno opere di Raffaello Becucci, Vinicio Berti, Giuseppe Chiari, Primo Conti, Fabio Cresci, Elena El Asmar, Renato Guttuso, Francesco Lauretta, Ezechiele Leandro, Malipiero, Mauro Manetti, Luca Matti, Giacomo Montanelli, Gualtiero Nativi,  Novella Parigini, Claudio Parrini, Mauro Pispoli, Fabrizio Plessi, Oliviero Rainaldi, Renato Ranaldi, Mario Schifano, Beppe Serafini, Gianluca Sgherri, Ardengo Soffici, Ernesto Treccani, Venturino Venturi.

La mostra rimarrà aperta fino al 18 settembre.

Il programma degli eventi

Ricco il programma di eventi collaterali. Sabato 17 alle ore 17 presentazione del libro “Lucio Fontana. Manifesti scritti interviste” a cura di Angela Sanna , Abscondita 2015; sarà presente l’autrice. Sempre sabato 17, alle ore 18 presentazione del libro “Memento. L’ossessione del

visibile” di Pietro Gaglianò , postmediabooks 2016; interviene Lucia Giardino, sarà presente l’autore.

Domenica 18 alle ore 17 intervento critico dal titolo “arte e copertina nei libri economici popolari”, di Francesco Galluzzi e Claudio Parrini e sempre domenica 18 alle ore 18 presentazione del libro “Sono innamorata di Pippa Bacca. Chiedimi perché!” di Giulia Morello , Castelvecchi 2015; saranno presenti l’autrice e Rosalia Pasqualino di Marineo.